I Fondi Pensione interni e l’art. 2117 cod. civ.


Print Friendly, PDF & Email

Vi sono due tipi di Fondi Pensione: quelli “esterni” (che dovrebbero costituire la normalità) e quelli “interni” al Bilancio del Società datrice di lavoro (normalmente una Banca), e costituiscono soltanto una voce del Bilancio della Banca, senza organi autonomi di amministrazione.

Si tratta dei Fondi previsti dall’ art. 4, comma 2, del Decr. Leg.vo 252/05I Fondi interni sono quasi tutti bancari e assicurativi, e solo nove di essi sono di settori diversi.
I Fondi interni non hanno una vera e propria soggettività giuridica, ma costituiscono una evidenza contabile, ovvero un patrimonio separato, nel Bilancio della Banca (che normalmente ne garantisce solidalmente le obbligazioni).
Questi Fondi costituiscono una anomalia italiana, poichè secondo noi sono vietati dalla Direttiva Europea 2003/41, ed in particolare dei suoi articoli 15 e 16.

Il problema più grave a cui danno origine i Fondi interni è costituito