La Cassa Forense e le sue fonti normative attuali e previgenti


Print Friendly, PDF & Email

Fonti normative vigenti

Normativa vigente sulla organizzazione della Cassa e sulle garanzie per gli iscritti

La normativa sul calcolo della pensione
nelle varie quote

Ad oggi possono concorrere, per il calcolo della pensione, fino a quattro quote e precisamente.

Anzianità fino al 31 dicembre 2007

Anzianità tra l’1.1.2008 e il 31.12.2012

Anzianità post 1.1.2013

  • Quarta quota relativo ad anzianità maturata successivamente all’1.1.2013 (media di tutti i redditi).

    Questa quota è calcolata secondo le modalità previste dall’art. 47 del Regolamento unico previdenza forense del 21 febbraio 2020 consultabile qui con tutti i richiami normativi. Il testo è scaricabile altresì in formato PDF (clicca qui).

    Per gli iscritti più giovani, che sono iscritti solo con decorrenza dall’anno 2013, l’importo lordo della pensione è pari alla media di tutti i redditi (rivalutati) maturati durante la vita lavorativa, escluso quello dell’anno di maturazione del requisito contributivo, moltiplicata per il coefficiente fisso dell’1,40% e per gli anni di effettiva iscrizione e contribuzione.

    Per tutti il calcolo della media si considera solo la parte di reddito soggetta alla contribuzione dovuta entro il tetto pensionabile.

Regolamenti previgenti

– Regolamento del 16 dicembre 2005 della Cassa Forense per il recupero degli anni inefficaci per la contribuzione prescritta (vigente al 31.12.2020)

Delib. Comitato dei delegati 13 novembre 2004

Delib. 28 febbraio 2004, adottata dal Comitato dei delegati ed approvata dai Ministeri vigilanti

Delib. c.d.a. della Cassa n. 133 del 2003, approvata dai Ministeri vigilanti con comunicato pubblicato su G.U. n. 244 del 16 ottobre 2004

Leggi e Decreti