Il Testamento Biologico (Biotestamento o D.A.T.): cos’è e come si fa


Dal gennaio 2018 è possibile scegliere, quando si è ancora in salute, a quali cure o interventi essere sottoposti nel caso di una futura incapacità di decidere autonomamente.

Si tratta del cosiddetto testamento biologico cioè la dichiarazione con la quale si esprime la propria volontà di sottoporsi (o non sottoporsi) in futuro, quando non si sarà più in grado di esprimere la propria volontà, ad accertamenti diagnostici, scelte terapeutiche o particolari interventi o trattamenti sanitari.

In Italia è possibile predisporre questo tipo di dichiarazioni dal 31 gennaio 2018 quando è entrata in vigore la legge 219/17, che ha previsto e disciplinato quello che viene comunemente chiamato appunto “testamento biologico” o “biotestamento” e che la legge definisce Disposizioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.).