TFR - Ricalcolo - Costi e tempi delle cause

Le condizioni praticate dal nostro Studio sono chiare e trasparenti, applicate da anni in tutta Italia.

- Fondo spese iniziale di € 100 (+ iva e cpa), che include tutta l’ attività di elaborazione dei conteggi, predisposti interamente dal nostro Studio;
- Solo ad incasso avvenuto da parte del lavoratore, è previsto un compenso finale del 10% (+ iva e cpa) della somma netta recuperata nei confronti della Banca

Nulla viene chiesto in caso di soccombenza, né comunque per spese dell’ avvocato  domiciliatario, che rimane a nostro carico.
Queste condizioni coprono l’ intera attività difensiva fino all’ appello.

Il ricorso per cassazione è ormai veramente assai improbabile, perché spesso le Banche non presentano più neppure l’ appello.
Comunque l’ eventuale ricorso per Cassazione comporterebbe dei costi da concordare preventivamente, ma contenuti comunque entro i parametri minimi di legge.

Infine ormai lo Stato esige che i percettori di un reddito familiare superiore ad € 32.298 debbano versare all’ inizio della causa il c.d. “contributo unificato”, ovvero una sorta di “ticket” o di marca da bollo da applicare sul ricorso giudiziale all’ atto del suo deposito in Tribunale.
L’ importo del contributo unificato è a scaglioni. A titolo esemplificativo le cause di lavoro di valore fino a € 5.200 pagano € 49,00 mentre le cause fino a € 26.000 pagano € 118,50.
Invece le controversie previdenziali (anche di previdenza o assistenza integrativa) pagano solo un contributo fisso di € 43,00.

Queste condizioni sono da noi già applicate a tutte le Associazioni iscritte alla FAP (www.fapcredito.com), la Federazione Nazionale che raggruppa le Associazioni dei Pensionati e degli Esodati delle Banche e di cui siamo lo Studio di riferimento a livello nazionale.

I tempi.
I Tribunali in Italia hanno tempi diversificati fra loro.
Le cause promosse nei confronti di Banca Intesa Sanpaolo possono essere instaurate sia a Milano che a Torino, mentre quelle contro l' Unicredit a Milano.
Questi due Tribunali hanno tempi veloci (entro un anno) e conoscono bene questo tipo di contenzioso seguito dal nostro Studio a livello ormai “seriale”.
Negli altri Tribunali i tempi possono essere più lunghi e variabili da un posto all’ altro.

La competenza per territorio è determinata secondo tre possibili criteri:
- Sede legale o direzionale della Banca ultima datrice di lavoro;
- Luogo di lavoro ultimo;
- Luogo di assunzione (in pratica la sede legale della Banca di assunzione, e quindi ad esempio per gli ex Comit la Direzione di Milano).