BLOCCO DELLA PEREQUAZIONE

Istruzioni operative


Omini

Chi lo vorrà potrà compilare l' apposito modulo, che serve unicamente a manifestare un semplice interesse preliminare per la iniziativa, ma senza alcun conferimento di incarico professionale e senza nessuna assunzione di un qualsiasi impegno ad aderirvi successivamente.

 

Chi è interessato all' azione collettiva

Decorrenza della pensione INPS

Prima del 31 dicembre 2012

Importo della pensione

Oltre € 1.405,05 lorde, ovvero € 1.129,27 nette


Per compilare il modulo di adesione senza impegno clicca qui


Si riceverà poi una nostra mail con tutte le istruzioni.
Solo a quel punto ogni interessato potrà liberamente scegliere se conferire l' incarico professionale, il cui costo sarà di € 200 + iva e cpa (in pratica € 253,76) a persona.
Il fondo spese suddetto coprirà l' attività professionale necessaria per:
- il giudizio di primo grado;
- il giudizio di appello;
- il giudizio davanti alla Corte Costituzionale.
Il giudizio di cassazione collettivo (molto eventuale) costerebbe solo € 100 per ciascun ricorrente.
Le condizioni analitiche sono illustrate cliccando qui.

Il Tribunale competente per territorio

le cause nei confronti dell' INPS vanno promosse davanti al Tribunale del Lavoro competente per territorio per il comune di residenza del pensionato (art. 444 c.p.c.).
Vi è un Tribunale per ogni provincia, salvo alcune eccezioni. 
Le cause collettive verranno avviate solo per gruppi di almeno 25 pensionati per ciascun Tribunale.
Nella maggior parte dei Tribunali, comunque, abbiamo già superato ampiamente questo numero minimo, e di seguito ne trascriviamo l' elenco.
Chi è residente nel distretto di questi Tribunali può aderire senza problemi.
Anzi volendo si può anche - più semplicemente - inviare direttamente i documenti allo Studio, saltando il passaggio dell' invio telematico del modulo di adesione.

I documenti da inviare allo Studio Legale Iacoviello

Chi vuole iniziare concretamente l’ azione collettiva deve procedere così:

A. inviare allo Studio i seguenti documenti:
1. Il modulo di incarico (scarica qui)
2. La procura alle liti (scarica qui) firmata in due originali
3. Cedolino della pensione del febbraio del 2012 (o altro mese successivo del 2012), sia INPS che dell’ eventuale Fondo integrativo. (Se non disponibili allegarne uno qualsiasi del 2015, da gennaio a luglio). Il cedolino può essere scaricato dal sito dell’INPS, ed in ogni caso è possibile inviare il CUD 2015 relativo al reddito 2014.
4. Copia della raccomandata interruttiva inviata all' INPS (scaricabile qui), allegando l'avviso di spedizione e di ricevimento
5. Copia del proprio documento di identità;
6. Copia del proprio codice fiscale;

B.
Provvedere al pagamento delle spese legali: € 200 + iva e cpa (in pratica € 253,76) a persona, mediante bonifico allo Studio Legale Iacoviello alle seguenti coordinate bancarie: Avv. Michele IACOVIELLO, Cariparma, Codice IBAN:  IT80 X062 3001 0220 0003 5241 866.
Volendo si può provvedere anche tramite assegno non trasferibile intestato all’ Avv. Michele Iacoviello, ma è preferibile farlo con bonifico.

I documenti dovranno essere inviati in forma cartacea mediante spedizione postale allo Studio Legale Iacoviello, via Vassalli Eandi 28, cap 10138, Torino.
Va esclusa la modalità telematica o tramite mail.

All’arrivo del plico postale daremo conferma dell’ avvenuta ricezione.

Tribunali
per i quali si sono già superati i 25 ricorrenti

Agrigento

Alessandria

Ancona

Aosta

Arezzo

Asti

Avellino

Bari

Bergamo

Biella

Bologna

Brescia

Brindisi

Busto Arsizio

Cagliari

Caltanissetta

Campobasso

Catania

Chieti

Como

Cremona

Cuneo

Enna

Ferrara

Firenze

Foggia

Frosinone

Gela

Genova

Grosseto

Imperia

Ivrea

L' Aquila

Latina

Lecce

Livorno

Lodi

Lucca

Massa

Matera

Messina

Milano

Monza

Napoli

Napoli Nord in Aversa

Nola

Novara

Padova

Palermo

Parma

Pavia

Perugia

Piacenza

Pisa

Pistoia

Potenza

Prato

Ragusa

Reggio Calabria

Roma

Rovigo

Salerno

Santa Maria Capua Vetere

Sassari

Savona

Siena

Siracusa

Termini Imerese

Terni

Tivoli

Torino

Torre Annunziata

Trani

Trapani

Treviso

Trieste

Udine

Varese

Velletri

Venezia

Vercelli

Verona

Vicenza


Corte dei Conti
(Pubblico Impiego - ex Inpdap)
per le quali si sono già superati i 25 ricorrenti

Abruzzo

Basilicata

Calabria

Campania

Emilia Romagna

Friuli-Venezia Giulia

Lazio

Liguria

Lombardia

Marche

Molise

Piemonte

Puglia

Sardegna

Sicilia

Toscana

Umbria

Veneto




Ricordiamo infine che in Italia le azioni collettive sono diverse dalla class action all' americana.
Per maggiori informazioni vai all' apposita pagina cliccando qui.